PROGETTO BENESSERE

PROGETTO BENESSERE

Il mio percorso professionale è stato un viaggio in quasi tutte le realtà che riguardano il campo della Medicina ed il mondo del naturale. Ho iniziato lavorando come farmacista, dietro il banco, incontrando molte colleghe e colleghi, che mi hanno coinvolto nella conoscenza della Fitoterapia, dell’Omeopatia (che ho approfondito seguendo il corso biennale per farmacisti organizzato da SMB Italia), della Gemmoterapia e dei Fiori di Bach.

Sono approdata, poi, nella produzione industriale occupandomi della agricoltura biologica e della sua trasformazione in alimenti certificati biologici, compreso l’olio extravergine d’oliva, integratori, liquori e cosmetici. Nello stesso periodo mi sono occupata anche di ricerca applicata all’ottimizzazione della produzione industriale mediante dei progetti finanziati dal MIUR.

Gli studi recenti nel campo della nutrizione mi hanno entusiasmato particolarmente, tanto da ritenere l’alimentazione un fondamentale punto di partenza per il ripristino ed il mantenimento dello stato di benessere psico-fisico.

Mi sembra, quindi, giunto il momento di raccogliere tutte le precedenti esperienze professionali e metterle a disposizione dei miei pazienti. È nato così un blog specifico, chiamato “Progetto Benessere”, dove approfondirò quegli argomenti che, durante l’ora di visita nutrizionale, non sarà possibile parlare per questioni di tempo ed il collegamento con la rivista “Epulaenews”, che ringrazio ancora per avermi accolto, all’interno del giornale, con la mia rubrica “Qualità, Gusto e Salute, …”, dove parlerò di alimentazione, dell’importanza e delle proprietà degli alimenti funzionali e nutraceutici. È un progetto che ha preso forma col tempo e che sembra, adesso, vedere la luce con l’inizio della mia attività di Nutrizionista, che, come per l’alimentazione, è il punto di partenza.

APPARECCHIATURE UTILIZZATE

“BIA-ACC”

È un impedenziometro multicompartimentale che effettua delle misure dirette di composizione corporea quantitativa dei vari parametri evidenziando gli eventuali squilibri nutrizionali.

Come viene effettuato?

Attraverso l’applicazione di due elettrodi nella mano, due nella caviglie e l’applicazione di un leggerissimo campo elettrico, come capita con l’elettrocardiogramma. Si tratta, quindi, di un esame molto semplice e rapido ed assolutamente non invasivo.

Che valutazioni ci permette di effettuare?

  • Stato nutrizionale mediante misurazione diretta quantitativa (assoluta e percentuale) dei vari parametri.
  • Eventuale stato infiammatorio anche di basso grado.
  • Eventuale osteopenia che può evolvere in osteoporosi.
  • Eventuale sarcopenia (riduzione della massa muscolare).
  • Eventuali carenze di sali minerali che possono agire negativamente sulla funzione digestiva e/o sulla attività degli organi del corpo dovuta a ridotta funzionalità degli enzimi per carenza di cofattori vitaminici e/o minerali.
  • Controllo nutrizionale ed elaborazione del regime alimentare per il recupero della forma fisica.
  • Controllo nutrizionale ed elaborazione del regime alimentare in presenza di patologie dismetaboliche e non (mediante riequilibrio nutrizionale e/o degli stili di vita).

PPG STRESS FLOW

È un pletismografo, quindi, è uno strumento che misura la variabilità di volume di un organo, un apparato o parte di esso. In questo caso si misura la variabilità del cambiamento di volume al livello capillare (indice delle dita), che riflette una variabilità al livello cardiaco e respiratorio.

Come viene effettuato?

Vengono applicati dei ditali nell’indice sinistro e destro per 5 minuti e, in funzione al ritmo respiratorio e cardiaco, viene registrato e valutato il funzionamento del nervo vago. Anche in questo caso si tratta di un esame rapido, 5 minuti, semplice e assolutamente non invasivo.

Che valutazioni ci permette di effettuare?

  • Funzionamento del nervo vago, che regola i meccanismi di eustress (stress buono) e distress (stress cattivo).
  • Rispristino della circadianità del ciclo del cortisolo, fondamentale per rispristinare uno stato di salute.
  • Riduzione dello stato di distress mediante esercizi di biofeedback (respirazione guidata).